New on Sports Illustrated: Five Lingering Questions for NBA Free Agency

What’s next for Clint Capela after a dried up market? Will Carmelo finally make a sacrifice? The Crossover answers lingering questions in NBA free agency. 

Annunci

https://ift.tt/2JFHVSz News: Survivors Of Political Violence ‘Will Make Sure There’s Peace’ In Zimbabwe’s Election

Survivors Of Political Violence ‘Will Make Sure There’s Peace’ In Zimbabwe’s Election
Survivors of political violence in Zimbabwe are being trained to serve as election monitors in the country’s July 30 vote. Past elections have been marred by violence and allegations of rigging.

Read more on NPR

Il mondo questa settimana

ISCRIVITI GRATUITAMENTE ALLA NEWSLETTER DE IL MONDO OGGI BREXIT IMPOSSIBLE [di Federico Petroni] La posizione del governo britannico sul Brexit si sta indurendo. E si fa più probabile un’uscita del Regno Unito dall’Ue senza alcun accordo che attenui l’impatto dell’addio di Londra. Nelle ultime due settimane, la premier Theresa May è stata attaccata da tutte le parti in […]

from Limes https://ift.tt/2LvKokj
via IFTTT

https://ift.tt/2O4xuvp News: Summer Latin Music Festivals Offer Music And Opportunity

Summer Latin Music Festivals Offer Music And Opportunity
For Latinx musicians who have found themselves excluded from the stages of mainstream festivals, a growing range of festivals and tours catering to Latinx artists and fans is changing the game.

Read more on NPR

https://ift.tt/2NwJFAd News: Who’s Entertaining Who?: How The Internet Picks Up Drake’s Slack

Who’s Entertaining Who?: How The Internet Picks Up Drake’s Slack
Drake’s latest No. 1 hit “In My Feelings” shot to the top of the charts thanks to a viral dance challenge that had little to do with the rapper himself.

Read more on NPR

Flash Fiber, respinto ricorso Open Fiber. Fastweb: “Modello accelera sviluppo reti”

Il Tar del Lazio ha respinto il ricorso di Open Fiber che voleva bloccare Flash Fiber, la joint venture tra Tim e Fastweb. Quest’ultima, in una nota, “esprime profonda soddisfazione” per una decisione che “come le memorie presentate da Agcm nell’ambito del procedimento, confermano il valore di iniziative come Flash Fiber e del modello di cooperazione tra operatori infrastrutturati, che si sta affermando in modo significativo anche in altri paesi europei, al fine di accelerare lo sviluppo di reti ultraveloci in modalità FttH e di promuovere la concorrenza infrastrutturata a beneficio dei consumatori finali”.

Il Tar ieri ha respinto la richiesta di sospensione cautelare contro la decisione dell’Agcm che accoglieva gli impegni presentati da Tim e Fastweb nell’ambito del procedimento sulla realizzazione della rete in fibra da parte delle due società attraverso la joint venture Flash Fiber.

Secondo indiscrezioni di queste settimane Tim starebbe ragionando a una fusione con Open Fiber. Secondo La Repubblica, l’amministratore delegato Amos Genish, starebbe pensando a una integrazione tra la rete di accesso di Tim e quella di Open Fiber. La società in cui dovrà realizzarsi l’integrazione sarebbe Flash Fiber, la jv tra la stessa Tim e Fastweb (in proporzione 80% di controllo della prima verso il 20% della seconda) nata due anni fa. Il suo modello replica il modello di Open Fiber: il suo compito è infatti posare cavi di fibra ottica dagli armadi di Tim ai palazzi e poi con i verticali fin dentro le case degli utenti.

L’articolo Flash Fiber, respinto ricorso Open Fiber. Fastweb: “Modello accelera sviluppo reti” proviene da CorCom.

from CorCom https://ift.tt/2zVG3Wt
via IFTTT

Spada: “Finalmente riconosciuto ruolo chiave del fixed-wireless”

“Finalmente è stata fatta chiarezza sul mercato dell’ultrabroadband ed è stata riconosciuta la tecnologia fixed wireless come abilitatore di servizi di connettività di ultima generazione”. Luca Spada, presidente della Colazione Coalizione Fixed Wireless Access – che conta 60 aziende per un fatturato complessivo globale di oltre 3 miliardi di euro – plaude alla la Delibera 292-18 di Agcom che ha messo nero su bianco criteri e modalità a cui dovranno attenersi gli operatori di Tlc per definire e comunicare ai cittadini le offerte dei servizi a banda larga e ultralarga sulla base delle tecnologie di connettività utilizzate.

“La Coalizione Fwa plaude all’iniziativa Agcom perché facilita la riconoscibilità della vera fibra ed esclude abusi da parte di coloro che ne usano impropriamente la dicitura, alimentando negli utenti confusione e false aspettative sulle prestazioni”, evidenzia Spada.

Il presidente della Coalizione chiarisce che sulla base delle nuove regole “le soluzioni Fwa innovative, quindi miste fibra-radio, sono del tutto equiparate a quelle Fttc (Fiber to the cabinet), miste fibra-rame, e perfettamente abilitanti alla banda ultra larga oltre i 30 Megabit. Grazie al costante impegno delle nostre aziende, abbiamo in questi anni lavorato senza sosta per garantire l’accesso a connessioni di qualità a tutti i cittadini residenti nelle zone più impervie del Paese. È giusto che questo impegno abbia un riconoscimento visibile anche nelle offerte commerciali, così da garantire trasparenza e qualità del servizio a tutti gli utenti”.

Il Presidente, inoltre, annuncia la “determinazione a proseguire in un percorso di investimenti e innovazione che ci consenta di essere pronti alla sfida del 5G, le cui possibilità di successo in termini di diffusione e fruibilità dipendono esclusivamente dalla qualità dell’infrastruttura di rete che saremo in grado di costruire”.

L’articolo Spada: “Finalmente riconosciuto ruolo chiave del fixed-wireless” proviene da CorCom.

from CorCom https://ift.tt/2mvjGgM
via IFTTT

Impresa 4.0: in Liguria arrivano i voucher digitali. Sul piatto 400mila euro

Contributi per le micro, piccole e medie imprese di Imperia, La Spezia e Savona che investono in pratiche e tecnologie digitali: li mette a diposizione la Camera di Commercio Riviere di Liguria con l’attivazione del bando “Voucher digitali Impresa 4.0” che dispone di una dotazione finanziaria di 400 mila euro.

I termini per la presentazione delle domande sono aperti dal 23 luglio al 28 settembre 2018.

Le agevolazioni, accordate sotto forma di voucher, sono a fondo perduto e hanno un importo massimo di 10 mila euro per singola impresa a fronte di un investimento minimo, legato alla consulenza e alla formazione sulle nuove competenze e tecnologie digitali, di 3 mila. Le domande, da presentare esclusivamente tramite Pec, saranno valutate secondo l’ordine cronologico di arrivo. Modulistica e bando sono disponibili sul sito dell’ente camerale. L’iniziativa rientra nelle attività della Camera di Commercio tese a diffondere la cultura digitale tra le imprese al fine di migliorare efficienza e competitività dei processi aziendali. Nelle sedi camerali di Imperia, La Spezia e Savona è aperto lo sportello Punto impresa digitale (Pid): istituito dal Piano nazionale 4.0 del governo per accompagnare le imprese nella trasformazione digitale, è a disposizione per chiarimenti su bando e opportunità connesse alle nuove tecnologie.

L’articolo Impresa 4.0: in Liguria arrivano i voucher digitali. Sul piatto 400mila euro proviene da CorCom.

from CorCom https://ift.tt/2O4viUH
via IFTTT

In Italia ultrabroadband a gonfie vele: linee fisse a 6,47 milioni. Sprint da Ftcc e Ftth

Cresce il ricorso alla banda ultralarga per le linee di rete fissa, ormai un terzo del totale. Sul fronte mobile aumentano le connessioni: il consumo medio di dati sfiora i 3 Gigabit e mezzo al mese. Su Internet Google e Facebook fanno il record di utenti unici, mentre continua il trend negativo dell’editoria quotidiana.

Sono alcuni dei dati contenuti nell’Osservatorio sulle comunicazioni, diffuso oggi da Agcom. Il documento, che fa il punto sull’andamento dei mercati di telecomunicazioni, media e servizi postali, mostra in particolare un incremento delle linee fisse a banda larga, che hanno raggiunto quota 16,8 milioni.

Nel dettaglio Agcom rileva una riduzione degli accessi broadband in tecnologia xDSL (-1,69 mln di accessi), diminuzione però più che bilanciata dalla crescita (+2,64 mln) degli accessi in altre tecnologie (qualitativamente superiori), le quali a fine marzo raggiungono i 6,47 mln di accessi grazie specialmente alla crescita delle linee Fttc e Ftth. Dopo aver superato il milione di unità a fine anno, gli accessi Fixed Wireless Access (Fwa) crescono ulteriormente, raggiungendo 1,1 milioni di linee

Il peso degli accessi con velocità maggiore di 30 Megabit al secondo, pari al 31,2% del totale, ha superato quello delle linee meno veloci.

Tim si conferma il maggior operatore, con il 44,9% del mercato. Seguono Vodafone, Fastweb e Wind Tre, tutti con quote comprese tra il 14% e il 15%. Nel segmento ultrabroadband il peso di Tim sale al 47,5%, sfiorando addirittura l’80% nella fascia di banda con velocità compresa tra i 30 e i 100 Megabit al secondo. Merito della diffusione delle linee in fibra su rete mista rame (Fttc). Al di sotto dei 100 Megabit al secondo, invece, il primato spetta a Fastweb, con un peso pari quasi al 50%.

Sul fronte mobile prosegue il lento addio agli sms e cresce il consumo di dati. Dall’inizio dell’anno sono stati inviati meno di 4 miliardi di short messages, a fronte di un traffico dati che ha coinvolto 52 milioni di sim. Il consumo medio è di 3,42 Gigabit al mese, il 53% in più rispetto allo scorso anno. In totale, sono state attivate 2,5 milioni di nuove sim. Wind Tre e Tim rappresentano entrambe il 30,8% del mercato.

Il declino degli sms è confermato dal crescente ricorso alle chat di messaggistica istantanea. Il tempo trascorso su Facebook e Whatsapp supera in media le 25 ore al mese per persona. I dati sull’utilizzo di Internet vedono ai primi posti per utenti unici Google e il social network di Mark Zuckerberg, con un incremento del 10% (+5,7 milioni). Facebook si conferma il social più utilizzato dagli italiani con oltre 27 milioni di utenti unici. In crescita Instagram (+2,7 milioni di utenti), Linkedin (+1,6 milioni di navigatori) e Pinterest (+1,6 milioni).

Capitolo tv. Rispetto a marzo 2017, diminuiscono gli ascolti di Rai (36,3%, -0,7 punti percentuali) e Mediaset (32,5%, -0,2). Nello stesso periodo in flessione anche le quote di 21st Century Fox/Sky Italia e di Discovery (-0,2). L’unica a registrare un’evoluzione positiva è La7 del Gruppo Cairo Communication (+1,4%). L’edizione serale del telegiornale è ancora dominata dal Tg1 con 5,7 milioni di ascoltatori nel giorno medio. A un milione di distanza il Tg5 (4,7 milioni; +0,4%). Aumentano anche gli ascolti del Tg3, che supera i 2 milioni di telespettatori medi (+0,9%) e della TgR seguita da 2,6 milioni di italiani (+1,2%). Performance positive per Tg La7 e Tg2 (+0,4%), Studio Aperto e Tg4 (+0,6%).

Continua il trend negativo dell’editoria quotidiana. A fine marzo la vendita di quotidiani – sia cartacei sia digitali – è risultata di poco superiore ai 2,8 milioni di copie, in flessione dell’8,2% rispetto allo stesso mese del 2017. Piccoli incrementi sia per il gruppo Gedi, leader nella vendita di quotidiani con il 20,5%, sia per Rcs Mediagroup, al secondo posto con una quota molto simile: sono cresciuti rispettivamente di +0,6 e +0,4 punti percentuali. Si riduce il peso sul totale delle vendite di Amodei (-1 punto percentuale) e del Sole 24 ore (-0,2 punti percentuali).

Infine, il settore postale: aumentano i ricavi, grazie soprattutto alla crescita dei servizi di corriere espresso. Se i volumi complessivi sono in calo (-11,7%), gli invii di pacchi per la prima volta superano i 100 milioni di unità. Poste Italiane è il principale operatore con il 38,5% (il 43% includendo Sda). Quota che sale a oltre il 77% per il segmento dei servizi postali liberalizzati. Più competizione tra i corrieri: in campo Dhl, con il 23,3%, seguita da Brt (18,5%), UPS e TNT (16,5% e 15,5%).

L’articolo In Italia ultrabroadband a gonfie vele: linee fisse a 6,47 milioni. Sprint da Ftcc e Ftth proviene da CorCom.

from CorCom https://ift.tt/2LAt8dR
via IFTTT