Isla: “Siamo un gruppo di amici”

cagliari-roma (18) isla

Al termine di Cagliari-Palermo, si presenta nella mix zone del Sant’Elia Mauricio Isla. Queste le parole del giocatore cileno: “Dovevamo riscattarci e sapevamo che sarebbe stata una partita tosta ma l’importante sono i tre punti. Mi aspettavo una partenza cosi buona anche perche siamo legati, c’è amicizia tra noi e lavoriamo tutta la settimana per fare risultato. Centrocampo o terzino? Per me non fa differenza, mi trovo bene allo stesso modo e mi adatto a quello che chiede il mister”
//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Come valuta il suo avvio di stagione in rossoblù? “Per me è stato difficile iniziare, ero reduce dalla Coppa America e dovevo recuperare la condizione ottimale. Quindi non sono ancora contento, devo fare ancora tanto: non mi accontento di quanto fatto finora”.

dall’inviato al Sant’Elia Mattia Marzeddu

from SardegnaSport http://ift.tt/2eglneJ
via IFTTT

Cagliari, le pagelle – Prodigio Dessena, bravi Isla e “Taxi”

Daniele Dessena

Daniele Dessena

Storari voto 6 – Para quando c’è da parare su Embalo e Rispoli.

Dessena voto 7,5 – Due gol, tre punti e un nuovo romantico capitolo della sua storia rossoblù che si scrive da solo.

Bruno Alves voto 6 – Una diga appena solleticata da qualche rigagnolo di un rosanero sbiadito.

Ceppitelli voto 5,5 – Ha la fortuna di poter dormire tutta sera perché nessuno abbaia dalle sue parti. Ma al primo mezzo pericolo non si sveglia. E Nestorovski fa gol.

Pisacane voto 5,5 – Fa il suo in maniera dignitosa per oltre un’ora, ma quando il Palermo attacca alla disperata è dalla sua parte che si passa.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Isla voto 6,5 – Tanta sostanza da parte di uno che conosce il mestiere.

Tachsidis voto 6,5 – Ordinato e pulito, i ritmi di gioco stasera gli sono congeniali.

Padoin voto 6 – Finché ha gamba, sovrasta l’avversario. (Dal 72′ Munari sv – Prezioso nel finale per dare quantità in trincea)

Di Gennaro voto 6 – Dinamo a intermittenza, non strabilia ma il piedino sinistro è sempre saggio. (dall’84’ Barella sv – Tanta difesa e un giallo prezioso a 30” dalla fine).

Borriello voto 6 – L’acuto non arriva, ma la sua ombra basta a tenere in apprensione la difesa del Palermo.

Sau voto 6 – Non è la serata delle acrobazie. Degli assist invece sì: c’è la sua dedica nel regalo della doppietta di Dessena. (dal 75′ Melchiorri sv – Schierato a destra nel 4-5-1, cerca qualche sgroppata e difende col cuore).

Rastelli voto 6 – Un risultato diverso dalla vittoria oggi non era giustificabile. Contro un Palermo ricco di cultura e povero di natura ritrova la vittoria che legittima una panchina che oggi vale il settimo posto con Fiorentina e Torino.

Fabio Frongia

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

from SardegnaSport http://ift.tt/2faTSRw
via IFTTT

Rastelli: “Non dobbiamo mai smettere di battagliare”

Massimo Rastelli è molto sereno e felice per la prova del suo Cagliari contro il Palermo, battuto 2-1 al Sant’Elia.

Massimo Rastelli raggiante dopo la vittoria sul Palermo

Massimo Rastelli raggiante dopo la vittoria sul Palermo

“E’ normale che oggi volessimo dimostrare più solidità – dice il tecnico – soprattutto perché avevamo preso nove gol nelle ultime due partite. Ai ragazzi avevo chiesto di rimanere compatti e concedere poco, si è vista una partita sporca e dove la posta in palio era altissima, si poteva vincere soltanto con una prova solida e attenta“.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Non sono mancate le novità oggi: “Quando vieni da due sconfitte pesanti entri in campo contratto, il Palermo si è chiuso con nove uomini dietro la linea della palla, da parte nostra c’era paura di prendere qualche ripartenza, ma nella ripresa ci siamo sbloccati grazie al nostro capitano Dessena: rientrare dopo un anno con una doppietta è l’ennesima bella pagina. L’ho schierato oggi perché poteva contrastare bene i centrocampisti del Palermo, e poi ha fatto vedere ottimi inserimenti e tempismo in occasione del gol”.

Ancora bene Di Gennaro da trequartista. “Quando si è fatto male Joao Pedro, potevo rimanere col 4-3-1-2 schierando l’unico a disposizione ovvero Di Gennaro, oppure cambiare sistema di gioco. Mi è sembrato più logico schierare Di Gennaro di nuovo dietro le punte, che è una posizione che conosce e un ruolo che sa fare bene. Oggi ha sofferto nei primi 25′, poi si è disteso bene e ci ha dato il solito contributo“. Il gol preso l’unica nota stonata? “E’ un gol difficile da spiegare, su un cross leggibile. Pisacane era su Rispoli e gli altri tre difensori in linea come giusto che fosse, quindi dovrei rivederlo per capire come ha fatto quella palla a passare”.

Il Cagliari può pensare a qualcosa di diverso dalla salvezza, dopo la vittoria di oggi che porta la zona retrocessione a dieci punti? “Sapevamo che queste partite come quella odierna sono insidiose, rischi di perdere certezze e far avvicinare gli avversari diretti. Ci voleva attenzione e l’abbiamo avuta, noi dobbiamo vivere alla giornata, cercando di sfoderare sempre prestazioni come quella di oggi. Abbiamo un vantaggio che ci dà serenità, però non deve mai mancare la voglia di battagliare. La classifica era tranquilla anche prima nonostante le ultime due sconfitte siano state chiassose. Dobbiamo pensare a salvarci, ai 40 punti, non a discorsi sull’Europa League come ho sentito dopo la vittoria contro l’Inter. Salviamoci e poi pensiamo al resto” chiosa Rastelli.

Chiusura sulla favola Dessena: “La morale della sua storia è che nella vita non bisogna mai abbattersi, ci sono compiti ardui da affrontare e solo con forte volontà e tenacia si viene fuori dalle difficoltà. Daniele non ha mai avuto paura dei contrasti, sin dal primo giorno a Pejo fece una bella entrata dura che mi fece spaventare, questo è il modo migliore per entrare in campo al massimo“.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

from SardegnaSport http://ift.tt/2egbFJx
via IFTTT

Dessena: “Emozione super, questa gente merita la Serie A”

Daniele Dessena, capitano del Cagliari

Daniele Dessena, capitano del Cagliari

Molto felice, ovviamente, Daniele Dessena, dopo la clamorosa doppietta con cui ha deciso Cagliari-Palermo, finita 2-1 al Sant’Elia e che dà ai rossoblù punti, tranquillità e una zona europea in classifica.

“La squadra ha fatto un grande lavoro – dice l’emiliano a Sky Sport –, non so cosa dire in questo momento, è inspiegabile quello che è successo oggi, mi hanno dato una grossa mano. E’ stato un anno lunghissimo, ho vissuto come un bambino al quale era stato tolto il divertimento più grande, il giocattolo più bello. Ringrazio tutti quelli che mi hanno affiancato, da mio figlio al presidente fino ai miei parenti. Oggi era importante non perdere, venivamo da due brutte sconfitte, ma in Serie A ci sta perdere qualche partita, siamo una neopromossa, la massima categoria è propria del Cagliari ma siamo felici oggi più che mai. Questa gente si merita la Serie A”.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

from SardegnaSport http://ift.tt/2esTqOA
via IFTTT