Bon Iver – 22, A Million

L’alter ego di Justin Vernon riemerge dai flutti digitali nella sua forma più precaria

from Ondarock http://ift.tt/2dgztwx
via IFTTT

Annunci

Ceccoli davanti nel Day1 del Rally Costa Smeralda

Ceccoli-Biondi (foto pagina FB Rally Costa Smeralda)

Ceccoli-Biondi (foto pagina FB Rally Costa Smeralda)

È l’equipaggio composto da Daniele Ceccoli e Cristina Biondi su Skoda Fabia S2000 a comandare la prima tappa del 36º Rally Costa Smeralda. Il Sanmarinese ha chiuso in 24’55” la giornata iniziale della gara olbiese precedendo lo svizzero Della Casa (Skoda Fabia R5) di 4″ e di 9″ Marchioro (Peugeot 208 T16).

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Più staccati Biolghini, Donetto, Ricci e il primo dei sardi Masino Orecchioni navigato da Gali su Subaru Impreza. Chiudono la top10 la prima vettura 2RM la Peugeot 208 di Ciuffi che precede gli isolani Marrone-Fresu e Siddi-Piccinnu. Domani la seconda tornata di prove speciali con i tre passaggi sulla San Giacomo e sull’Almiddina e i due sull’Arzachena Lu Rotu.

from SardegnaSport http://ift.tt/2dLKgjm
via IFTTT

Mignani: “Dovremo essere affamati”

Michele Mignani

Michele Mignani

Archiviata una settimana densa di (meritati) complimenti dopo il successo contro il Livorno, in casa Olbia è tempo di voltare pagina: all’orizzonte c’è il Piacenza. Una sfida di prestigio, contro un’altra delle nobili decadute presenti nel girone, e che rappresenta un test probante per gli uomini di Mignani.

Abbiamo le capacità per fermare il Piacenza – ha detto il tecnico dei bianchi nella conferenza stampa di presentazione del match – anche perché sono convinto che questa squadra se la possa giocare con tutti. Ciò non toglie che sarà una trasferta difficile, contro una squadra che non perde in casa da molto tempo e reduce dal successo nel derby contro la Cremonese che ha dato tanto entusiasmo a un ambiente abituato a categorie superiori. Nelle prime sei partite hanno perso solo contro l’Alessandria e, peraltro, giocando alla grande”.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Sarà determinante l’approccio alla gara, dopo una settimana in cui Cossu e compagni hanno fatto incetta di complimenti: “Non dovremo sbagliare l’approccio alla gara. Ci sarà da scendere affamati di punti, pronti a lottare e a sacrificarci. Durante la settimana ho cercato di trasmettere questo concetto ai ragazzi: se la vittoria contro il Livorno ci ha trasmesso quest’idea siamo destinati a crescere. Dovremo scendere in campo sapendo che nulla ci è dovuto“. Sarebbe sbagliato etichettare la prossima sfida come la prova del nove: “Le prove del nove ci sono ogni settimana, non basta superarne una per sentirsi promossi”.

Mignani, poi, veste i panni del pompiere quando sente parlare di Olbia come squadra rivelazione del torneo: “Credo che sia presto per fare questo genere di considerazioni. Fa piacere sentirsi apprezzati, ma nel mio modo di essere contano i fatti e non le parole”. Chiosa finale su Andrea Cossu, in forma smagliante in questo avvio di stagione: “Vederlo giocare a questi livelli è un piacere ma non direi che siamo Cossu-dipendenti, si scende in campo in undici e si vince da squadra. Sempre”.

 

from SardegnaSport http://ift.tt/2dC0bl5
via IFTTT

Cuccureddu: “Rastelli, cosa volete di più? La Torres è dei sassaresi”

Antonello Cuccureddu

Antonello Cuccureddu

E’ stato uno dei giocatori più decorati della storia del calcio sardo e un allenatore capace di far sognare piazze e tifoserie intere. Antonello Cuccureddu, dal suo buen retiro di Alghero, continua a divorare calcio in attesa di tornare in pista. Con lui abbiamo parlato del Cagliari, atteso dalla sfida contro una delle sue ex squadre, il Crotone, passando per la complicata situazione in casa Torres.

Conosco benissimo la piazza di Crotone – afferma il tecnico catalano – ci ho lasciato tanti amici. Conquistammo la prima promozione in B della loro storia, quindi i ricordi sono stupendi. L’approdo in Serie A è un qualcosa di straordinario per loro”. La sensazione dopo queste prime giornate, però, è che si siano ritrovati a giocare con un qualcosa più grande di loro: “E’ ancora presto, vedremo come andrà il campionato. Poi c’è anche da dire che non possono fare investimenti oltre le loro possibilità. Bisogna considerare anche che giocare a Pescara li penalizza, il pubblico crotonese è caldo e spinge la squadra. La salvezza non sarà facile ma credo se la possano giocare”.
//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

All’orizzonte Cagliari-Crotone, una sfida cruciale per entrambe le squadre: “Sono due squadre che devono pensare prima di tutto alla salvezza, anche se il Cagliari, in questo momento, credo che abbia qualcosa in più. Hanno un organico di tutto rispetto che, specialmente al Sant’Elia, può dare fastidio a tante. Hanno ingaggiato Borriello, due calciatori della Juventus e in più devono attendere il rientro di alcuni infortunati che sono pedine importanti. Se Rastelli riuscirà a dare un equilibrio alla squadra, credo che i rossoblù si potranno divertire“.

Proprio Rastelli, nonostante una promozione all’attivo, è ciclicamente oggetto di critiche e mugugni: “Questa è la vita dell’allenatore! Se vinci sei bravo e se perdi sei sulla graticola. Purtroppo in Italia agli allenatori non viene dato il tempo di lavorare. Rastelli ha portato il Cagliari in Serie A e quello era l’obiettivo, non importa come. Sembra che debbano vincere tutte le partite ma non sarà così, sarà un campionato di sofferenza in cui i tifosi dovranno stare vicini alla squadra”.

Antonello Cuccureddu con la maglia della nazionale italiana

Antonello Cuccureddu con la maglia della nazionale italiana

Passando al capo nord della Sardegna, sembrano passate ere geologiche da quando la sua Torres sognava in grande, in questo momento sembra che il calcio giocato sia l’ultimo dei problemi: “Purtroppo è mancata una classe dirigenziale all’altezza della situazione. Per fare calcio non si può lavorare in maniera superficiale, non si improvvisa niente. La Torres ha una storia e una tradizione, mi piacerebbe se andasse in mano a delle persone capaci e competenti che vogliano il bene della Torres, di Sassari e della Sardegna”. 

L’unica via d’uscita, dunque, è un passaggio di mano ai vertici societari? “A questo punto credo proprio di si. Non riesco a vedere la Torres in Serie D, una società con una tradizione calcistica ridotta a giocare in un campionato dilettantistico, un torneo che non le appartiene. La Torres è dei sassaresi e della Sardegna, dopo il Cagliari c’è la Torres”. A distanza di dieci anni tutta la città rimpiange ancora quei play-off persi contro il Grosseto: “Quel play-off del 2006 avrebbe potuto rappresentare la fortuna della Torres, ma dietro ci sono tanti però. Dobbiamo ricordarci di come ci siamo arrivati e di quali erano i programmi, poi si sono divisi tutti e la società ha rischiato di sparire finendo nel dilettantismo”. 

Proprio una sua vecchia conoscenza, quel Marco Sanna adesso sulla panchina del Grosseto, ha raccolto ampi consensi sulla panchina del Vanni Sanna: “Lo scorso anno ha fatto un ottimo lavoro, poi non so bene cosa sia successo con i dirigenti. Peccato perché è un ottimo ragazzo ed in più è sardo e ci teneva particolarmente. Adesso è in una piazza esigente come Grosseto, non posso che augurargli il meglio possibile” 

La sua carriera di allenatore ha subito uno stop dopo la stagione 2013/14, proprio a Grosseto. Mancanza di proposte allettanti? : “Quello è sicuro, mi sarebbe piaciuto lavorare in Sardegna. Adesso sto cercando di creare una scuola calcio, anche perché mi piace ancora stare in mezzo al campo”.

 

Stefano Sulis

 

from SardegnaSport http://ift.tt/2cHopox
via IFTTT

“Twin Peaks”. Angelo Badalamenti nel nuovo teaser di presentazione

Showtime Networks ha diffuso un nuovo e inquietante teaser trailer per il ritorno di Twin Peaks. Nel filmato possiamo vedere anche il compositore Angelo Badalamenti che torna a collaborare con David Lynch per lo storico theme, ma anche con partiture inedite. La nuova stagione del serial è stata girata da Lynch come un unico film che verrà suddiviso, pare, in 18 episodi. Il network manderà in onda il revival nella prima parte del 2017 (in Italia verrà trasmessa da Sky Atlantic).

from SENTIREASCOLTARE http://ift.tt/2dFQ4YV
via IFTTT

KORN: una data in Italia a marzo 2017

ct-korn-to-kick-off-extension-of-20th-anniversary-tour-in-chicago-20150721

Torna in Italia la band simbolo del nu metal. Grandissimo appuntamento per tutti i fan italiani dei Korn il 12 marzo 2017 all’Alcatraz di Milano, per una giornata che vedrà sul palco, prima di Jonathan Davies e compagni, anche gli Hellyeah e gli Heaven Shall Burn.

Il 21 ottobre uscirà il nuovo album dei Korn, The Serenity Of Suffering (già disponibile per pre ordini).
Questi i dettagli della data:

12 MARZO 2017 – MILANO – ALCATRAZ

Biglietti in vendita dal 4 ottobre
Prevendita anticipata per gli iscritti a My Live Nation
dalle 10 del 3 ottobre

L’articolo KORN: una data in Italia a marzo 2017 sembra essere il primo su ImpattoSonoro – Webzine musicale e culturale indipendente.

from ImpattoSonoro – Webzine musicale e culturale indipendente http://ift.tt/2dxes2P
via IFTTT

Le uscite discografiche del venerdì in streaming con Bon Iver, Nicolas Jaar e molto altro ancora

Il venerdì delle pubblicazioni discografiche è stato monopolizzato in questo caldissimo 30 settembre da uno dei ritorni più attesi dell’anno, ovvero Bon Iver con il suo 22, A Million ma il suo non è stato l’unico album a destare scalpore, in seconda posizione troviamo l’uscita annunciata a sorpresa qualche giorno fa di Sirens del producer cileno Nicolas Jaar che si candida già tra gli album dell’anno, mentre per quanto riguarda il mondo dell’hip hop più sperimentale e futurista non da meno è Danny Brown che con Atrocity Exhibition sta già catalizzando attorno a sé riflettori decisamente importanti e non solo per i suoi featuring che comprendono Kendrick LamarEarl Sweatshirt e Ab-Soul. Per quanto riguarda l’r’n’b Solange, sorella “indie” di Beyoncé è tornata a sorpresa con l’album (accompagnato da un libro di poesie) A Seat At The Table, che sembra promettere molto bene, ed anche sulla contemporanea / colonne sonore l’interesse per Yann Tiersen con il multimediale EUSA è decisamente alto. Il disco è composto da dieci brani al pianoforte accompagnati da un testo di spartiti, un libro e un sito web dedicato che mostra le fotografie e registrazioni ambientali finite nell’album. Sul lato indie della faccenda i Pixies con Head Carrier erano senz’altro attesi, così come su quello elettronico Human Energy di Machinedrum e All Wet, undicesimo album in studio del producer francese Mr.Oizo, sono senz’altro uscite di un certo peso.

Sul mercato italiano sono approdati gli Zen Circus con il buon La Terza Guerra Mondiale e, scendendo su un campo di uscite di settore, ma non per questo meno importanti, segnaliamo il progetto a cui fa capo Scott Hansen, Tycho (Epoch), RR7349 del caso discografico Survive ovvero la band autrice della colonna sonora originale della fortunata serie TV targata Netflix Stranger Things. Stage Four è invece l’ottimo quarto album della formazione post-hc californiana Touché Amoré, mente All Your Happy Life, l’album che segna il ritorno discografico del dark-punk degli inglesi Wytches. Non ultimo, segnaliamo anche l’album del cantante r’n’b / 2 step britannico Criag David con Following My Intuition.

Potete accedere agli streaming via Spotify, e al dettaglio completo di ciascuna pubblicazione, collegandovi ai rispettivi link album sopracitati, mentre per chi è abbonato ad Apple Music è disposizione una pagina ultime pubblicazioni dedicata. Nel nostro archivio potete invece leggere le recensioni di 22, A Million di Bon Iver e dei top album Sirens di Nicholas Jaar e Stage Four dei Touché Amoré, la recensione del buon Human Energy di Machinedrum, nonché quella scritta da Andrea Macrì riguardo all’ultimo album dei Pixies e quella a firma Antonio Lamorte de La Terza Guerra Mondiale ma anche quella relativa all’album dei Survive.

Di seguito trovate l’esilarante trailer al nuovo album di Mr.Oizo – pubblicato oggi – in cui compaiono Flying Lotus che impersona SkrillexBoys Noize e Peaches rappresentati “in qualche modo” nel video insieme a Flat Eric.

from SENTIREASCOLTARE http://ift.tt/2cGATBE
via IFTTT